rivista d'arte
Iscritta nel Pubblico Registro della Stampa
del Tribunale di Rimini: n° 11 del 24-05-2011
ISSN: 2239-0898






INDICE

Aracne#1/2012

Artisti fuori

EDITORIALE
di Sara Ugolini

Intervista a David Maclagan
di Marta Cannoni

INCONTRI
Alla ricerca di Pellegrino Vignali
di Egon Hassbecker e Barbara Schulz

Artisti outsider cercasi
di Chiara Delledonne

(NEW)
Costruttori di Babele in Veneto. Avventura di una corrispondente
di Giada Carraro

IN MOSTRA
Appunti su Capogiro
di Juan Carlos Ceci

(NEW)
Il Museo della Mente
di Pompeo Martelli

TANGENZE
Una concomitanza enigmatica
di Jean-Jacques Lebel

Topografie di Babele
di Gabriele Mina

ALTRI LINGUAGGI

(NEW - ottobre 2013)
Cartoline dal folclore contemporaneo: l'opera di Giulio Zani
di Sara Ugolini

(NEW)
Animali reali e immaginari. Il bestiario universale di Pasquale Filacchione
di Giulia Pettinari

Gli scritti manicomiali associati all’art brut: dalla forma-sintomo alla specificità
di Vincent Capt

OUTSIDERS: difformi e deformi d’ogni epoca e sorte
di Stefano Bianchi e Federico Savini

 

INCONTRI

Alla ricerca di Pellegrino Vignali
di Egon Hassbecker e Barbara Schulz

Il testo – scritto per l'esposizione dell'aprile 1981 presso l'Associazione artistica di Heilbronn –descrive l’incontro degli autori, verso la fine degli anni settanta del Novecento, con Pellegrino Vignali, uno degli autori più rappresentativi della collezione del Museo Haus Cajeth di Heidelberg.

Negli anni passati sono stati pubblicati innumerevoli testi sull'arte spontanea. Ciò di cui si discuteva era generalmente chiamata Arte Naif. Vi comparivano disegni colorati in processioni incoerenti. L'unica cosa buona di quelle pubblicazioni era che ogni tanto, quasi per sbaglio, si parlava anche di qualche pittore interessante. In uno di questi libretti pieni di immagini poco significative ne trovammo due che ci piacquero molto. Una raffigurava una tigre, di Pietro Ghizzardi, che non ci era sconosciuto. Ci aveva affascinato sin dal primo momento in cui avevamo visto una riproduzione di una sua opera.
L'altra immagine mostrava una testa disegnata grezzamente su un pannello di legno con dense pennellate. Proprio come quella di Ghizzardi, questa opera risaltava nella mediocrità del resto della pubblicazione, e ci ha impressionato per la potenza espressiva e per l’originalità dello stile. Sul bordo inferiore della tavola trovammo un frammento di una firma: P. V.; dietro ad esso, un segno che più tardi scoprimmo essere una M. P. V. M. - Pellegrino Vignali Mandarein.
Che uomo, che pittore si nascondeva dietro questa immagine? Ha dipinto altre opere? Come sono? Questa testa è un caso isolato o fa parte di una serie di buoni dipinti?

Leggi

-------------------------------------------------------------------------------------  

Artisti outsider cercasi
di Chiara Delledonne

La scoperta spesso casuale di un autore o di opere irregolari è un topos centrale nella storiografia del settore: l’epopea grafica di Henry Darger che viene rinvenuta, appena dopo la sua morte, dall’affittuario e fotografo Nathan Lerner; le bambole di Morton Bartlett scorte e subito acquistate da una commerciante d’arte, Marion Harris, a una fiera dell’antiquariato a New York…
Altre volte l’incontro non è fortuito ma c’è qualcuno che fa le valigie e parte, seguendo le tracce degli artisti, varcando i confini di altri paesi o talvolta quelli delle strutture che li hanno ospitati. In questo caso gli esempi sono illustri: Hans Prinzhorn e Jean Dubuffet.
Oggi sulle orme di menti creative originali e non classificabili, che si esprimono nel disegno come nell’allestimento di siti, sono studiosi indipendenti che si muovono a largo raggio, appellandosi a una rete di conoscenze e di segnalazioni , e altri che agiscono organizzando ricognizioni su porzioni del territorio. Per tutti il dato di partenza è la scarsità di informazioni. Dal momento che agli artisti irregolari quasi sempre è estranea la volontà di riconoscimento, se non limitata, in alcuni casi, alla comunità locale, manca la visibilità, le strategie di autopromozione, quindi gli elementi-base che possono orientare la ricerca .
Essendosi manifestato, negli ultimi anni, un crescente interesse per l’outsider art sul territorio italiano ed estero, anche i dibattiti e le occasioni espositive si sono moltiplicate e con esse l’interesse per la ricerca attiva di potenziali artisti.

Leggi

-------------------------------------------------------------------------------------  

Costruttori di Babele in Veneto. Avventura di una corrispondente
di Giada Carraro

Ci sono molti modi di attraversare il Veneto, molti i percorsi e gli itinerari possibili indicati dalle guide turistiche: città storiche e artistiche, località balneari o montane, ma anche sconfinate distese di campagna in cui ci si ritrova immersi in paesini di provincia ormai privi dello splendore del passato. Trasformatesi da zone paesaggistiche suggestive a lunghe distese di capannoni, industrie e vecchi casolari abbandonati, mettono tristezza e poco lasciano intuire dei tempi trascorsi. Eppure, percorrendo strade secondarie si possono ancora incontrare storie e persone depositarie della vera essenza del territorio e della comunità in cui vivono. È lungo questo cammino che ormai da due anni inseguo le tracce dei Costruttori di Babele, metafora con cui l’antropologo Gabriele Mina indica "architetti visionari, margivaganti, giardinieri anarchici, abitanti-paesaggisti, ispirati al bordo della strada, muratori del sogno e dell’immaginario, rivoltosi del meraviglioso"...

Leggi


© Informazioni sul copyright: tutti i diritti relativi ai testi e alle immagini pubblicati su ARACNE sono dei rispettivi autori. Qualora il copyright non fosse indicato, si prega di segnalarlo all'editore.
La riproduzione parziale o totale dei testi e delle immagini, anche non protetti da copyright, effettuata da terzi con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto atto alla sua trasmissione, non è consentita senza il consenso scritto dell'Autore.

___________________________________________________

associazione culturale PerCorsi EstraVaganti
Via Alessandro Serpieri 17 47921 Rimini
Tel. 0541 50510
aracne.rivista@gmail.com