rivista  d'artelogo
Iscritta nel Pubblico Registro della Stampa
del Tribunale di Rimini:
n° 11 del 24-05-2011

ISSN: 2239-0898






Aracne#1/2014
Quando è moda.
Dallo Stile al Trend

 

INDICE :

 

SIMONETTA FRANCI

EDITORIALE



FEDERICA MUZZARELLI

Fotografia e Fashion Tales

 

ENRICA MORINI

Stile e tendenze. La fine di un modello


EVA OGLIOTTI

Eleganti dissonanze. Quando la donna è dandy


VITTORIA CATERINA CARATOZZOLO

Moda e street style: una relazione da rivitalizzare


PATRIZIA CALEFATO

Corpi, sensi, tempo: dalla standadizzazione globale alla personalizzazione individuale


PATRIZIA MAGLI

Tatuaggio. La pelle come superficie d'iscrizione



 

 

 

 

ANTEPRIMA

Aracne #1/2014

Quando è moda.
Dallo Stile al Trend

a cura di SIMONETTA FRANCI

________________________________________________


FEDERICA MUZZARELLI

Fotografia e Fashion Tales

bagnanti

Moda e fotografia. Ontologia di un rapporto

Moda e fotografia sono due territori che intrecciano i loro destini in modo precoce, anzitutto per nascita: quella della fotografia e quella della moda modernamente intesa sono pressoché contemporanee. A metà del XIX secolo, quando con Charles Frederick Worth l’haute couture francese fa il suo debutto, la fotografia è da non molto un dispositivo meccanico che ha fatto breccia nelle abitudini delle persone comuni. Infatti, seppur a lungo agognato e studiato nelle sue caratteristiche ottiche e chimiche, l’apparecchio fotografico non trova effettiva messa a punto se non alla fine degli anni Venti dell’Ottocento, e si deve attendere fino al 1839 per poterne ottenere il definitivo battesimo ufficiale ...

LEGGI

________________________________________________

 

ENRICA MORINI

Stile e tendenze. La fine di un modello

vionnet

 “Quando dico che è della Maison Worth è perché riconosco il tocco” diceva nel 1875 una signora all’amica. La caustica matita di Bertall non le aveva colte davanti a una vetrina, ma mentre osservavano un quadro esposto al Salon des Champs-Elisées. Il tocco di Worth, il suo stile, era talmente identificato e noto da risultare riconoscibile anche se tradotto in altro linguaggio dal pennello di un pittore.
Forse comincia qui la storia della moda contemporanea, dall’identità di stile che ogni creatore di moda degno di questo nome ha saputo dare alla propria griffe ...

LEGGI

________________________________________________

 

EVA OGLIOTTI

Eleganti dissonanze. Quando la donna è dandy

scrittrice

 

1.1 Necessità di una ridefinizione del dandismo femminile
Nell’ambito dei Fashion Theory e dei Gender Studies il riferimento alla categoria del dandismo è ricorrente (Vainshtein 2006; Miller 2009; Gligorovska 2011) soprattutto per indicare più o meno espliciti orientamenti omosessuali; nella Sociologia della Moda invece la locuzione modern dandy indica una specifica identità maschile (l’uomo cioè aggiornato sulle ultime tendenze che pratica il cosiddetto sophisticated poaching creando un proprio stile vestimentario profondamente influenzato dalla cultura popolare, cfr. Crane 2001). Ma per quanto riguarda la declinazione femminile del dandy il discorso si fa più complesso e fumoso. Pur venendo largamente utilizzato per descrivere codici vestimentari femminili, il termine dandy quando attribuito alla donna sembra perdere la propria forza definitoria, venendo identificato con diversi fenomeni di moda che vanno da ...

LEGGI

________________________________________________

 

VITTORIA CATERINA CARATOZZOLO

Moda e street style: una relazione da rivitalizzare

modelli

 

Negli ultimi mesi un diffuso sentimento di crisi aleggia sullo street style, un genere inizialmente ispirato agli stili delle sottoculture giovanili urbane, ma più direttamente apparentato a una categoria di moda con il primo numero della rivista britannica i-D, pubblicato nell’agosto del 1980 sotto la direzione di Terry Jones, già art director di British Vogue.
Assieme alla rivista The Face, l’intento della pubblicazione era di rappresentare una contemporanea pluralità di stili – dal punk al new romantic, dal rastafarian al goth – ma anche ...

LEGGI

________________________________________________

 

PATRIZIA CALEFATO

Corpi, sensi, tempo: dalla standadizzazione globale alla personalizzazione individuale

maglietta

Dalla standardizzazione globale alla personalizzazione individuale: questo titolo riassume il movimento che sta attraversando oggi il mondo della moda. Intendiamo qui in un senso ampio la parola “moda”, comprendendovi non solo l’abbigliamento in senso stretto, ma anche il mondo degli oggetti di uso comune e la concezione stessa della corporeità “rivestita”. In questa dimensione ampia, si sta affermando l’idea di una moda concepita come differenziazione il più possibile misurata sui desideri ...

LEGGI

________________________________________________

 

PATRIZIA MAGLI

Tatuaggio. La pelle come superficie d'iscrizione

tatuaggi

RE. La pittura inscrive la luna, le stelle, il sole e le loro traiettorie sul mio viso. Tuttavia, durante il sonno, tutto si cancella.
FANCIULLA. Ti insegnerò, mio re, una pittura che porterai nei tuoi sogni e quando ti desterai, non dovrà essere rifatta.
RE. Chi sei tu fanciulla per parlarmi in questo modo di pittura e di volto?
FANCIULLA. Sono la figlia del custode delle immagini.

Leggenda Maori

1. « Douleur des inscriptions …. Que ne ferait-on pas pour inscrire les individus dans le discours social ? » Yvan Simonis
Con la superficie del corpo totalmente rivestita di complessi arabeschi, ad eccezione del palmo delle mani e dei piedi ...

LEGGI

 

 

 

ARACNE è una rivista regolarmente iscritta nel Pubblico Registro della Stampa ed ha ottenuto il codice ISSN.
Pubblica approfondimenti periodici su un tema monografico ed è aperta a idee e ricerche in itinere, accogliendo contributi relativi a diverse aree nell’ambito dell’arte contemporanea nei suoi intrecci con altre discipline.


© Informazioni sul copyright: tutti i diritti relativi ai testi e alle immagini pubblicati su ARACNE sono dei rispettivi autori. Qualora il copyright non fosse indicato, si prega di segnalarlo all'editore.
La riproduzione parziale o totale dei testi e delle immagini, anche non protetti da copyright, effettuata da terzi con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto atto alla sua trasmissione, non è consentita senza il consenso scritto dell'Autore.

___________________________________________________

associazione culturale PerCorsi EstraVaganti
Via Alessandro Serpieri 17 47921 Rimini
Tel. 0541 50510
aracne.rivista@gmail.com